17/10/2011 News da Federcampana
La BCC Monte Pruno presenta la "Carta degli italiani all'estero"

L'iniziativa sta riscuotendo successo ed entusiasmo tra gli emigrati.

C’è soddisfazione negli ambienti della BCC Monte Pruno di Roscigno e Laurino all’indomani della trasferta in Canada dove, a Toronto prima ed a Montreal dopo, è stata presentata la “Carta degli italiani all’estero”.
Una iniziativa accolta con grande entusiasmo tra gli emigrati in Canada che ha rappresentato, soprattutto per chi è partito dal Cilento, dagli Alburni, dal Vallo di Diano e dal sud della provincia di Salerno in generale, una sorta di riscatto che ha suscitato ammirazione e consensi tra gli stessi rappresentanti istituzionali all’estero.
Accolta infatti con tutti gli onori anche dal console italiano in Canada, la delegazione della Monte Pruno, guidata dal direttore generale Michele Albanese e dal vice presidente vicario Antonio Ciniello, è stata invitata a partecipare a meeting ed a convegni che hanno suscitato legittimo orgoglio tra i nostri emigrati in Canada.
Soddisfatto, ovviamente, il direttore Albanese il quale afferma che “ai nostri emigranti dobbiamo moltissimo e ciò che noi abbiamo fatto è soltanto una goccia nel mare della gratitudine che si deve a queste persone. Per noi della Monte Pruno è un dovere facilitare la vita a queste persone che hanno bisogno della loro terra come noi abbiamo bisogno della loro intelligenza, della loro operosità, delle loro competenze e, soprattutto, del loro amore verso i loro territori d’origine”.  Continua dicendo che il successo di questa iniziativa “è andato ben oltre le aspettative. Non ci resta che essere grati a tutte le autorità ed ai rappresentanti istituzionali che ci hanno accolto con grande attenzione e, soprattutto, a tutte quelle persone che hanno percepito, attraverso questa nostra iniziativa, la possibilità di intessere legami sempre più forti con la loro terra d’origine. Noi dobbiamo tanto ai nostri emigrati, che non chiedono altro di essere degnati di un po’ di attenzione. Grazie all’ASMEF ed al consolato italiano in Canada questa iniziativa è stata resa possibile, impegnando la nostra banca a tenere sempre un occhio rivolto a tutti i nostri emigranti che rappresentano la nostra memoria, la nostra cultura, il nostro vanto ed il nostro orgoglio, in qualsiasi parte del mondo essi si trovino”.
Tantissimi anche i rappresentanti dei nostri connazionali all’estero che hanno voluto esprimere plauso pieno e sentito per l'innovativo servizio della carta, tra cui Giovanna Giordano Presidente Comites di Montreal che ha fatto anche gli onori di casa, Andrea Gianvenuti portavoce del Console Generale Italiano Giulio Picheca, Anna Maria Maturi, Componente Consulta Emigrazione Regione Campania, Donato Caivano Componente Consulta Emigrazione Regione Basilicata e Lucio Casale Presidente delle Associazioni della Campania.
Apprezzamenti lusinghieri per l’iniziativa assunta dalla Monte Pruno sono giunti anche dal presidente dell’ASMEF (Associazione Mezzogiorno e Futuro) Salvo Iavarone che, insieme al suo staff, ha lavorato intensamente, con grande professionalità, affinché il progetto si realizzasse.  “Con questa iniziativa la banca diretta dal Direttore Michele Albanese ha dimostrato e dimostra di avere una marcia in più, sia in termini progettuali che in termini di innovazione - ha detto il presidente Salvo Iavarone – Una banca che riesce ad intercettare le esigenze anche di persone che stanno al di là degli oceani, che ha cuore in maniera così forte, che mette a disposizione di un circuito così importante come l’emigrazione, vuole dire veramente che è una banca diversa dalle altre, una banca che oltre ad avere idee concrete di sviluppo economico e finanziario, ha anche un cuore ed un’anima”.
Scopo principale del progetto è quello di fornire una serie di servizi e prodotti agli emigrati con l’obiettivo di trasformare il fenomeno legato all’emigrazione in fattore di sviluppo dei territori di appartenenza. Tante, infatti, le iniziative ed i servizi che vengono concessi ai titolari della “Carta degli Italiani all’estero”, fra cui contribuire allo sviluppo di una rete per scambi culturali e scientifici tra siti internet, Università, associazioni, Fondazioni, istituzioni ed enti, attivazione di scambi di esperienze fra giovani e studenti, organizzazione di attività di formazione, borse di studio e premi per ricerche ed attività e, soprattutto, la possibilità di essere sostenuti, con aiuti di vario tipo, con il contributo dell’Asmef.
 
"Un bagno continuo di emozioni- dice, infine, il vice presidente vicario della BCC Monte Pruno Antonio Ciniello - in questi giorni stiamo scoprendo una dimensione diversa della nostra italianità, che si manifesta in maniera ancora più forte stando lontano dall'Italia. Fuori della nostra nazione, infatti, c'è un popolo che si sente ancora più italiano di noi che viviamo in Italia, più attaccato di noi alle sue radici, al territorio di provenienza, alla cultura del nostro Paese. Nei confronti di queste persone- dice ancora Ciniello- non possiamo non manifestare tutta la nostra solidarietà e tutta la nostra collaborazione".