11/10/2011 News da Federcampana
A Casagiove LA FESTA DEL SOCIO 2011

Il Consiglio di Amministrazione della Banca di Credito Cooperativo “S. Vincenzo de’ Paoli” di Casagiove (CE) sin dall’inizio del mandato assembleare ha avuto come obiettivo primario quello di restituire la Banca al “socio”. Il Presidente Valentino Grant, non perde occasione per sottolineare la “centralità del socio” e come questa particolarità determini la “differenza” con altre istituzioni finanziarie. Grande risalto nella governance è stato dato a questo aspetto che rappresenta per il CdA un fattore di discontinuità rispetto alla precedente gestione. Innanzitutto è stato necessario conoscere bene la composizione della compagine sociale, che oggi conta circa 1700 soci, al fine di realizzare iniziative mirate e gradite, ma soprattutto utili (devono promuovere crescita culturale, sociale economica ecc.). In quest’ottica il Consiglio, pur in presenza di una congiuntura più che sfavorevole, non ha esitato ad intraprendere una serie di iniziative coinvolgendo gran parte dei soci. Così ha sperimentato per pochi mesi la “Casa del Socio”, luogo di incontro per i soci per poi evolvere nel “Centro Servizi per il Socio” intitolato al compianto Vice Presidente, prematuramente scomparso nel 1998, Peppino Castiello. L’inaugurazione avvenuta nelle festività natalizia 2010 è stata favorevolmente accolta dai soci e lo stesso allestimento del centro è avvenuto grazie alla generosità di molti. Per la prima volta la Banca riceveva e non dava…… questo ha rappresentato una vera rivoluzione rispetto al passato. In altre parole i soci più abbienti hanno contribuito a realizzare qualcosa per quelli meno abbienti e più deboli.  Da Natale scorso sembra passato un secolo… tantissime le iniziative intraprese tra cui: incontri specialistici con soci di diversi settori (edilizia, sanità); corsi di informatica, CAAF ACLI in collaborazione con le Acli di Caserta, tuttora in fase di allestimento un poliambulatorio, un centro di ascolto per l’Alzheimer, corsi di lingua. Ultima iniziativa, in ordine di tempo che ha avuto un grande eco sul territorio, la prima FESTA DEL SOCIO che ha visto numerosi soci collaborare intensamente ed in modo volontario con gli amministratori della Banca. Sabato e domenica 1 e 2 ottobre si è aperta con una solenne celebrazione: i sacerdoti soci della Banca hanno ricordato i soci defunti e l’importanza di fare memoria del passato nel presente per realizzare un futuro migliore. Nel pomeriggio del sabato una tavola rotonda dal tema: “Famiglia – Territorio – Mercato” moderatore il giornalista del MATTINO Nando Santonastaso, con la partecipazione dell’economista e docente presso la Facoltà di Economia Aziendale di Capua della II Università degli Studi Federico II di Napoli Enzo Maggioni, l’Ing. Di Peso, socio e cliente della Banca in rappresentanza dell’imprenditoria locale, il salesiano don Tonino Palmese eminente esponente dell’Associazione Libera. Oltre i saluti del Sindaco e del Direttore Vildacci della Federazione Campana delle banche di Credito Cooperativo, molto apprezzato è stato l’intervento del Presidente della Provincia di Caserta On. Domenico Zinzi. Tutti hanno affrontato da posizioni e ruoli diversi le attuali emergenze finanziarie ed economiche che minacciosamente insidiano ulteriormente il fragile tessuto sociale di Terra di Lavoro e la preziosità della presenza di una banca cooperativa che ispira la propria azione a valori solidaristici e cooperativistici. Il Presidente Grant, a tal proposito, ha ricordato ai numerosi  soci presenti che la BCC pone al centro della propria azione la “persona” e non il “capitale” differenziandosi per tale mission dalle altre banche.  I dati nazionali regionali e locali evidenziano come le BCC, accollandosi maggiori rischi, non esitano ad andare in controtendenza, pur di sostenere l’economia locale, con aumenti significativi degli impieghi rispetto al resto delle banche. In serata grande fiesta, nel Quartiere Borbonico, con degustazione di prodotti tipici locali allietata dal piano bar. Domenica 2 ottobre in mattinata la BCC in collaborazione con l’associazione podistica POWER CASAGIOVE ha organizzato la 1^ Stracittadina Casagiovese con la partecipazione di oltre 600 podisti provenienti anche da fuori regione. La Festa del Socio si è conclusa nella serata, presso l’Auditorium dell’Oratorio S. Michele gentilmente concesso dal Parroco Mons. Pasquale D’Anna, con un concerto per voci e quartetto d’archi che hanno eseguito melodie classiche napoletane e celebri composizioni musicali. Il Presidente Valentino Grant, ha congedato i numerosi soci presenti, sottolineando di aver percepito, nella due giorni, un calore ed uno spirito di coesione mai prima sperimentato e che tanti hanno condiviso, dando appuntamento al prossimo anno alle celebrazioni del 90° di Fondazione della storica Cassa Rurale ed Artigiana “S. Vincenzo de’Paoli” di Casagiove.