25/05/2011 News da Federcampana
Assemblea BCC di Napoli

Il 14 maggio u.s. si è tenuta presso l’Aula Magna del Complesso Universitario di Monte Sant’Angelo - Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II - l’annuale assemblea dei Soci della BCC di Napoli.
L’evento ha ricoperto molteplici ruoli, oltre a comunicare i dati relativi alla gestione, l’Assemblea ha testimoniato la vicinanza della BCC di Napoli al territorio grazie anche alla presenza delle massime autorità cittadine, quali il neo-sottosegretario all’Economia e Finanza On. B. Cesario; il Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati On. P. Russo; il Comandante Regionale della Guardia di Finanza Gen. G. Mango; il dott. M. Maddaloni Presidente della C.C.I.A.A.; gli Assessori Regionali C. Miraglia e P. Sommese.
Il Presidente della Regione dott. S. Caldoro non di persona, ma  con un suo messaggio ai Soci,  ha sottolineato l’apprezzamento della Città nei confronti della BCC partenopea. La presenza, poi di S.E. Cardinale C. Sepe e le molteplici iniziative proposte come quella di adottare una Chiesa e di restituirla alla Città o quella di dare sostegno al Giubileo per Napoli, hanno sancito un patto tra la BCC di Napoli e Napoli stessa, contribuendo a mettere in luce l’animo cooperativo della banca.
La numerosa presenza di esponenti del mondo accademico grazie anche alla partecipazione della BCC a “master” e a “work project”  in seno alle varie Università presenti a Napoli, sottolinea la volontà della banca di avvicinarsi al mondo giovanile, allo scopo di cercare di arginare il fenomeno della cosiddetta “fuga di cervelli” che interessa il meridione e, in generale, l’Italia tutta. Perfetto padrone di casa, abile conduttore e gran cerimoniere dell’evento è stato il dott. A. Manzo, Presidente della BCC di Napoli che ha saputo creare un clima di aggregazione e coinvolgimento di tutti i presenti in sala.
Testimonianza del buon operato della Banca di Credito Cooperativo di Napoli è stata la presenza degli alti vertici del sistema della cooperazione di credito sia a livello regionale, nella persona del dott. F. Vildacci, direttore generale della Federazione Campana, sia a livello nazionale, con la presenza del direttore della Federazione Nazionale dott. S. Gatti e dell’avv. A. Azzi, Presidente della Federazione Nazionale che con il Suo intervento ha legittimato il percorso della gestione della BCC di Napoli, ma ha anche delineato il percorso da seguire non solo della BCC partenopea, ma di tutto il mondo del credito cooperativo che con il suo operato erroneamente definito dei “piccoli numeri” ha sicuramente dimostrato che la vicinanza al territorio, la conoscenza diretta delle iniziative imprenditoriali, la gestione trasparente e virtuosa  e il rispetto delle regole, pagano, ma che ancora tanto c’è da fare perché il sistema del Credito Cooperativo sia riconosciuto e apprezzato.
I lavori Assembleari si sono conclusi con l’omaggio da parte del Presidente Amedeo Manzo ai suoi ospiti, di alcuni “pastori”: “il re Giovane” e “il Pulcinella Capovolto”, opere create da apprezzati artisti napoletani, che esprimono la prima, donata a S.E. Cardinale C. Sepe,  la figura della guida per il popolo, la seconda, destinata al Presidente A. Azzi, un doppio significato: da un lato la capacità del popolo napoletano di superare gli ostacoli con una melanconica ironia, dall’altro la consapevolezza che se si vuole, si può sconfiggere persino la morte.
Insomma l’Assemblea dei Soci della BCC di Napoli 2011 è stato un evento (la presenza massiva della stampa ne è stata la riprova) che è servito a far nascere in tutti i presenti la consapevolezza che a Napoli c’è tanto da fare, ma fare si può e quindi si deve.