27/12/2010 News da Federcampana
BCC Fisciano: Natale di solidarietà con la Tombolata di beneficenza

Fisciano (SA), 23 dicembre 2010
La Banca di Credito Cooperativo di Fisciano, per festeggiare il Natale 2010 ha voluto quest’anno sostituire la cena dei Soci con una tombolata a scopo benefico al fine di incentivare il Fondo Memoriale Gaetano Sessa, istituito a sostegno delle famiglie maggiormente disagiate del territorio. La tombolata si è svolta nella serata del 22 dicembre nella sala consiliare del Comune di Fisciano, dove i Soci della BCC, acquistando le cartelle della tombola, hanno dato il proprio contributo economico per il Fondo che porta il nome dell’ex sindaco di Fisciano, fondatore nel 1980 della prima Cassa Rurale nella Valle dell’Irno.
Il presidente  Domenico Sessa ha così commentato la nuova iniziativa di lotta alla povertà : «La BCC di Fisciano quest’anno, in occasione del Natale, ha voluto fare delle scelte precise, prediligendo la strada della solidarietà. Attraverso questo momento di festa abbiamo voluto dare una prova tangibile della nostra vicinanza alle persone che nel nostro comprensorio si trovano in ristrettezze economiche, oggi ancora di più per via della crisi. E’ proprio per questo motivo che è nato il Fondo Gaetano Sessa, per dare un sostegno concreto non solo a Natale, ma durante tutto l’anno, grazie anche al sostegno di soci e cittadini».
 
A cosa serve il Fondo.  Presentato ufficialmente lo scorso 18 giugno, il Fondo memoriale “Gaetano Sessa” servirà per finanziare programmi di sostegno economico per i più bisognosi, dal soddisfare le esigenze di prima necessità al pagamento di rate di affitto per salvare taluni dallo sfratto, sostenere spese straordinarie ed urgenti come analisi cliniche, esami diagnostici, visite mediche specialistiche. L’utilizzo del fondo prevede anche la realizzazione di percorsi progettuali di inclusione sociale  e di contenimento della dipendenza dall’assistenza, come corsi di formazione e di abilità sociale che aumenteranno le possibilità di occupazione.
 
Chi beneficerà del fondo. Potranno ad esempio usufruire del fondo memoriale chi è stato  allontanato dal mercato del lavoro, disoccupati con figli a carico, vittime di disgregazione del nucleo familiare per varie ragioni, come separazioni o lutti, famiglie che vivono in condizione di povertà,  ragazze madri, ma anche coloro che lavorano e vogliono sviluppare la propria impresa.
 
Come contribuire. La BCC si è impegnata ad incrementare il Fondo con uno stanziamento iniziale di 10 mila euro; anche soci e clienti tuttavia possono effettuare una donazione, tramite addebitamento sul conto, di 6 euro all’anno, cifra raddoppiata dalla Fondazione della Comunità salernitana, un valido partner nel progetto. Il Fondo sfiora attualmente i 50 mila euro: un traguardo importante grazie anche alla collaborazione con le associazioni del terzo settore distribuite sul territorio, che si stanno impegnando fattivamente nell’iniziativa.