22/09/2010 News da Federcampana
Cogliere i Segni

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Corso di formazione continua per il personale dipendente delle CRA/BCC della Campania finanziato da Fon.Coop. – piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo 2008.
 
-          finalità del piano
 
La  necessità di essere una Banca di Credito Cooperativo aperta sia nei confronti dei propri soci e clienti e sia nei confronti delle spinte centrifughe del sistema finanziario mondiale attuale, spinge tutto il mondo del Credito Cooperativo ad amplificare la propria capacità di saper ascoltare,  cogliere e interpretare tutti i segnali di novità, di rischio e di cambiamento reali e/o potenziali che provengono da ogni direzione.
Il piano realizzerà  nel complesso tre percorsi:
/  percorso 1: “Laboratorio Ufficio dei Soci” costituito da 4 giornate in presenza, 3 giornate a distanza e 1 workshop
/  percorso 2: “La BCC per i giovani” costituito da 3 giornate in presenza
/  percorso 3: “Master da Risk Controller a Risk Manager” costituito da 10 giornate in presenza
 
I primi due pienamente innovativi e connessi agli orientamenti strategici del Credito Cooperativo Nazionale, saranno centrati principalmente sul recupero della relazione con i propri soci e sulla bancarizzazione dei giovani per esplorare i temi più rilevanti legati:
·         alla relazione reciproca fra il Credito Cooperativo i soci e i giovani,
·         al modo in cui le BCC possono dimostrare concretamente la propria differenza agli occhi dei giovani
·         al tipo di relazione da coltivare con loro, per costruire insieme il futuro delle BCC stesse e delle relative comunità locali.
Il terzo percorso è incentrato  sulla gestione in un’ottica orientata al governo dei rischi e con un approccio ancor più attento alla rischiosità delle partite finanziarie e patrimoniali assunte in proprio, ma anche di quelle intermediate. Questo perché le attività di risk management, oltre a quelle di pianificazione strategica, acquisiranno un ruolo centrale nel consentire agli organi amministrativi e decisionali degli intermediari di assumere o limitare l’esposizione ai rischi in un’ottica il più possibile consapevole e con una particolare attenzione anche alla coerente ed equilibrata pianificazione, al loro monitoraggio e al controllo della loro evoluzione nel tempo.
 
Aziende aderenti al progetto:
 
1.      Banca di Credito Cooperativo di Altavilla Silentina
2.      Banca di Credito Cooperativo di Aquara
3.      Banca di Credito Cooperativo di Buccino
4.      Banca di Credito Cooperativo di Buonabitacolo
5.      Banca di Credito Cooperativo di Capaccio
6.      Banca di Credito Cooperativo dei Comuni Cilentani
7.      Banca di Credito Cooperativo di Fisciano
8.      Banca di Credito Cooperativo di Flumeri
9.      Banca di Credito Cooperativo Irpina
10.  Banca di Credito Cooperativo di Montecorvino Rovella
11.  Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e di Laurino
12.  Banca di Credito Cooperativo di S. Marco dei Cavoti
13.  Banca di Credito Cooperativo di Sassano
14.  Banca di Credito Cooperativo di Scafati e Cetara
15.  Banca di Credito Cooperativo di Serino
16.  Banca di Credito Cooperativo San Vincenzo de’ Paoli di Casagiove
17.  Banca di Salerno Credito Cooperativo
18.  Cassa Rurale ed Artigiana Banca di Credito Cooperativo del Sannio Calvi
19.  Cassa Rurale ed Artigiana Banca di Credito Cooperativo di Battipaglia
20.  Federazione Campana delle Banche di Credito Cooperativo
Piano Cogliere i Segni
 
Il corso si svolge presso la sede operativa dell’Ente di Formazione “Rosario Pingaro” in Via San Leonardo, 120 (Traversa Migliaro) - Salerno
Orario giornate d’aula: 9.00 – 13.00 e 14.00 – 17.00
Obiettivi e Contenuti di ciascun percorso formativo
 
Percorso 1: “Laboratorio Ufficio dei Soci”
Obiettivo: costruire in aula gli interventi per cogliere e valorizzare le opportunità che la Vigilanza Cooperativa offre
Destinatari:  Responsabili Ufficio Soci, Segreterie Generali, Ufficio Marketing
Contenuti aula:
1° giornata: Segmentazione ed analisi della compagine sociale per la verifica dello stato generale della relazione con la BCC.
Data: 28 sett 2010
Docente: Gianfranco Celani
2° giornata: Rappresentatività per filiale - Analisi e posizionamento della quota parte della Compagine Sociale in relazione alle filiali della propria BCC e delle componenti socio-economiche del territorio.
Data: 14 ott 2010
Docente: Danilo Guardigli
3° giornata: Individuazione di azioni per rivitalizzare la relazione con Soci dormienti  e incrementare quella a basso livello di redditività.
Data: 26 nov 2010
Docente: Danilo Guardigli
4° giornata: Stesura delle schede progetto - assegnazione di compiti e individuazione delle fasi di monitoraggio.
Data:13 gennaio 2011
Docente: Danilo Guardigli
5° giornata:  “Come attrarre e coinvolgere un giovane nella Cooperativa di Credito” – modalità workshop.
Data: 14 gennaio
Docenti: Filippo Passalacqua/ Annalisa Albisetti
Il percorso prevede, intervallando le prime tre giornate d’aula, anche 3 sessioni di lavoro (preparatorio) a distanza
 
Percorso 2: “La BCC per i giovani”
 
Obiettivo: procedere all’analisi e all’approfondimento di formule per servire, valorizzare  e sostenere  giovani clienti e giovani imprenditori, figure chiave per l’operatività futura delle BCC,  ma anche per la crescita delle rispettive comunità locali
Destinatari:  ufficio marketing, personale dedicato
Contenuti:
1° giornata: La mia banca è differente … e anche io non scherzo!
Data: 16 nov 2010
Docente: Fabrizio Pitzalis
2° giornata: “Quali formule per sostenere e servire la clientela “Giovani”.
Data: 17 nov 2010
Docente: Gianfranco Celani
3° giornata: Stesura di un piano di attività  attuabile nella propria BCC.
Data: 18 nov 2010
Docente: Gianfranco Celani
 
 
Percorso 3: Master da Risk Controller a Risk Manager
 
Obiettivo: favorire l’evoluzione della figura di risk controller in modo che le attività di risk management, oltre a quelle di pianificazione strategica, acquisiscano un ruolo centrale nel consentire agli organi amministrativi e decisionali degli intermediari di assumere o limitare l’esposizione ai rischi in un’ottica il più possibile consapevole e con una particolare attenzione anche alla coerente ed equilibrata pianificazione, al loro monitoraggio e al controllo della loro evoluzione nel tempo.
Destinatari: Risk controller 
Contenuti
Vigilanza & Compliance
Regolamentazione Basilea II e sui Controlli Interni (1 g.)
Data: 9 nov 2010
Docente: Murè/Vandali 
Basic in Risk Management
 
Nozioni quantitative di base (1 g.)
Data: 10  nov  2010
Docente: Murè/Vandali
 
Rischio di Credito
Attuare Basilea II. Metodi e impatti operativi (1 g.)
Data: 14 dic 2010
Docente: Murè/Vandali
Rischio di Credito
Sistemi gestionali e Modelli di rating (1 g.)
Data: 15 dic 2010
Docente: Murè/Vandali
 
Basic in Risk Management
Nozioni finanziarie di base e utilizzo per la copertura dei rischi (1 g.)
Data: 25 gen 2011
Docente: Murè/Vandali
Rischio di Mercato
 
Attuare Basilea II. Metodi e impatti operativi (1 g.)
Data: 26 gen 2011
Docente: Murè/Vandali
 
Rischio Operativo
Attuare Basilea II. Metodi e impatti operativi (1 g.)
Data: 16 feb 2011
Docente: Murè/Vandali
 
Asset & Liabilities Management
Governo del rischio di tasso di interesse e di liquidità (1 g.)
Data: 17 feb 2011
Docente: Murè/Vandali
 
Controllo e processo di governo dei rischi bancari 
Altri fattori di rischio e ICAAP  (1 g.)
Data: 9 marzo 2011
Docente: Murè/Vandali
Rischio Integrato
Risk mapping & planning (1 g.)
Data: 10 marzo 2011
Docente: Murè/Vandali