20/05/2010 News da Federcampana
Assemblea BCC di Aquara

Il 14 Maggio 2010 presso il Savoy Beach Hotel di Paestum si è tenuta l’Assemblea dei Soci della BCC di Aquara. Nel corso dello svolgimento dei lavori è stata approvata la modifica allo statuto sociale che sancisce il via libera alla realizzazione di una sede della BCC nella città di Salerno.
Con una filiale nella città capoluogo, la BCC presieduta da Luigi Scorziello, si collocherà fra gli attori principali dello sviluppo economico provinciale, mediante politiche del credito estranee da logiche clientelari. Il Direttore Antonio Marino ha sottolineato che il bacino di utenza della Banca si amplierà con 280 mila nuovi clienti potenziali abbracciando, oltre al comune di Salerno, anche i comuni di Baronissi, Castiglione del Genovesi, Cava de' Tirreni, Giffoni Valle Piana, Pellezzano, Pontecagnano Faiano, San Cipriano Picentino, San Mango Piemonte e Vietri sul Mare.
Durante l’Assemblea è stato approvato anche il Bilancio d’Esercizio 2009 che ha confermato un’importante crescita degli impieghi, passati da 98,8 a 102,5 milioni di euro (+3,75%), e della raccolta diretta, balzata a 177 milioni di euro contro i 159,6 del 2008 (+10,88%).
Nel corso dell’Assemblea si è assistito anche alla riconfigurazione degli organi sociali, con il rinnovo di  amministratori, sindaci e probiviri, che resteranno in carica per i prossimi tre anni.
L’Assemblea ha molto apprezzato l’elezione di tre donne, una per ogni organo di governo della Banca. La BCC, anticipando l’auspicio del Comitato esecutivo di Federcasse, dopo 32 anni di governo tutto al maschile, ha iniziato una nuova era ritenendo che la riqualificazione della classe dirigente non possa prescindere da una maggiore partecipazione delle donne negli organi decisionali e di controllo delle banche. C’è stato spazio anche per i giovani, infatti ospite d’onore, oltre a Francesco Vildacci - direttore della Federazione campana delle BCC, è stato il Presidente Nazionale Giovani Imprese di Col diretti Vittorio Sangiorgi che ha sottolineato l’importanza di dare rinnovato spazio ai giovani per sollecitare un ricambio generazionale che tarda ad arrivare.
L’Assemblea è stata anche l’occasione per celebrare e premiare:
- i figli dei soci che si sono laureati nel corso del 2009;
- i figli dei soci e dei dipendenti della Banca nati nel corso del 2009;
- coloro che hanno maturato 25 anni di anzianità come soci della Banca.
La serata si è conclusa con la cena sociale.