10/05/2010 News da Federcampana
Assemblea Cassa Rurale ed Artigiana di Battipaglia.

Approvato il  Bilancio, riconfermato Silvio Petrone alla presidenza ed eletto il nuovo Cda. All'Assemblea presenti 900 Soci. Principali indicatori tutti positivi per quella che è la più grande tra le 22 Banche di Credito Cooperativo della Campania. L'intervento di Rosa Maria Caprino del Comitato Promotore della nuova Banca del Mezzogiorno.
 
 
Si è svolta domenica mattina presso il Centro Sociale di Battipaglia l'annuale Assemblea Ordinaria dei Soci della Cassa Rurale ed Artigiana di Battipaglia. Tema dell'Assemblea “Presenza, Ascolto, Risposte, Emozioni”.
E' stata l'Assemblea dei Soci più partecipata nella storia ormai quasi centenaria della Cassa Rurale ed Artigiana di Battipaglia. Nel Centro Sociale di Viale della Libertà c'erano infatti circa 600 soci che, uniti alle deleghe presentate, hanno portato la presenza ufficiale a quasi 900 soci. Il segno di una partecipazione sempre più responsabile di una compagine sociale consapevole del ruolo e dell'importanza che la propria Banca ha nel panorama dello sviluppo del proprio territorio.
Una presenza quindi forte, unita ad una grande capacità di Ascolto: ascolto dei risultati di Bilancio espressi in una relazione del Consiglio di Amministrazione che ha saputo fornire un quadro a 360° gradi della situazione della Banca nel contesto del territorio di appartenenza, del sistema Italia e di quello mondiale. Risultati importanti, positivi, ma soprattutto caratterizzanti il modo di operare della Banca Battipagliese nata nel 1914. Ma Ascolto anche rappresentato dagli interventi di elevato spessore portati da alcuni Soci che, oltre a condividere i contenuti della relazione, hanno offerto numerosi spunti di riflessione uniti ad interessanti proposte. Sia nella relazione, che negli interventi e nella replica finale del Presidente, Silvio Petrone (riconfermato all'unanimità alla guida della Banca anche per il prossimo triennio), è risultata evidente la volontà di continuare ad offrire Risposte concrete ad un territorio che vive la crisi, ma che ha anche grandi potenzialità e risorse per poter crescere e far crescere le sue comunità civili. E il presidente Petrone ha infine sottolineato come, seppur non essendo un termine bancario, anche le Emozioni rientrino nel cammino di una Banca di Credito Cooperativo che, fatta di donne e uomini che vivono il loro protagonismo associativo, non può non condividere e spesso suscitare, emozioni diverse, siano esse nella realizzazione di un'attività o nella conservazione e nella crescita di posti di lavoro, ma anche nelle attività culturali e ricreative.
 
 
 
Per quanto riguarda i numeri, al di là dei positivi dati, tutti positivi nei principali indicatori di bilancio, estremamente interessanti sono stati anche i risultati del triennio:
 
a.       I Depositi sono aumentati da 274.138.000 euro a 325.382.000 euro con un incremento pari al 18,80% circa;
b.      Gli impieghi sono aumentati da 135.735.000 euro a 167.321.000 euro con un incremento pari al 23,20% circa;
c.       Gli utili conseguiti ammontano ad un totale complessivo di euro 12.446.000;
d.      Il Patrimonio netto è aumentato da 41.662.000 euro a 54.964.000 euro con un incremento pari al 32,15% circa.
Di grande interesse anche gli interventi dei Soci al termine della relazione. Il primo ad intervenire è stato Remigio Carmando che ha sottolineato i Valori concreti presenti nella relazione. E' seguito l'intervento di Sergio Esposito che, condividendo anch'egli la relazione, ha auspicato tra l'altro un nuovo impulso da dare alla Consulta dei Soci, come strumento di raccordo. C'è stato poi l'intervento di Alfredo Boccia, che dopo i complimenti al lavoro svolto dalla Banca negli ultimi anni, ha proposto la creazione di una Fondazione per le celebrazioni del Centenario del 2014. Positivo anche l'intervento del socio Masucci di Olevano sul Tusciano. Di grande spessore il contributo portato da Rosa Maria Caprino che, ricordando l'incarico avuto nel Comitato Promotore della Banca del Mezzogiorno, ha sottolineato il grande ruolo avuto nella sua crescita professionale ed aziendale dalla Cassa Rurale ed Artigiana di Battipaglia e ha sottolineato quanto importante potrà essere il ruolo della Cooperazione di Credito Meridionale per il rilancio dello sviluppo soprattutto per le Piccole e Medie Imprese.
Di forte impatto e concretezza anche l'intervento del nuovo Direttore Generale della Banca, il dott. Marco Cavenaghi, che ha sottolineato le potenzialità della Cassa Rurale ed Artigiana di Battipaglia e quale sarà il suo ruolo nell'imprimere, grazie alle esperienze maturate, una possibile ulteriore crescita soprattutto in termini organizzativi.
All'ordine del giorno dell'Assemblea c'era anche l'elezione del nuovo Cda della Banca. La proposta approvata all'unanimità è stata quella di riconfermare il Consiglio uscente, con la sola eccezione della dott.ssa Elisabetta Palladino che, per sua espressa richiesta e a causa di motivi personali inerenti alle sue aumentate responsabilità lavorative, ha chiesto di non essere ricandidata. Al suo posto è stato eletto il sig. Giuseppe Desio.
Significativa è stata anche la decisione di devolvere i dividendi destinati ai Soci degli utili, all'Associazione “Amici di Vitina” che attraverso il Socio Carlo Cirigliano ha fatto specifica richiesta per proseguire la sua opera di sostegno a favore dei reparti pediatrici degli ospedali locali nella loro opera di cura soprattutto dei bambini affetti da patologie rare che spesso sono costretti ad andare lontano per sottoporsi a cure anche relativamente semplici, ma per le quali mancano le attrezzature nei nostri nosocomi.
Molto apprezzata è stata anche la scenografia approntata per l'iniziativa con una serie di maxi cartelloni fotografici che raccontavano la storia della Banca ed il suo cammino.