04/06/2009 News da Federcampana
Assemblea Ordinaria dei Soci XLII Esercizio

“La Federazione Campana avrà un ruolo importante nella riorganizzazione del sistema del credito cooperativo meridionale”. Lo ha detto a chiare lettere il Presidente Nazionale di Federcasse, Alessandro Azzi, nel suo intervento di chiusura della 42°Assemblea Ordinaria delle Banche di Credito Cooperativo della Campania.
 
Le 21 BCC Campane, rappresentative di un movimento estremamente radicato in regione e che proprio in questi giorni ha visto l’apertura del primo sportello della neonata BCC di Napoli, hanno anche riconfermato Silvio Petrone alla guida della Federazione Regionale per i prossimi tre anni.
 
E proprio il programma dei prossimi mille giorni dell’organismo ha richiamato l’attenzione dei circa 300 rappresentanti riuniti nell’Aula Magna dell’Università di Salerno.
Attenzione puntata su un sempre maggiore radicamento sul territorio che già vede circa 130 sportelli in tutte le province, ma soprattutto oltre 35.000 soci.
 
“Per fare ciò – ha indicato Petrone nella sua relazione più volte richiamata dal Presidente Nazionale Azzi – l’obiettivo è quello di puntare sulle cosiddette ‘aree bianche’, quelle cioè dove non sono presenti sportelli di BCC e sono pochissimi anche gli altri sportelli bancari”. Nel corso del dibattito, soprattutto negli interventi di Giulio Russo, sindaco della BCC di Fisciano e di Antonio Petitto, presidente della BCC Irpina, si è parlato molto anche di qualità dei servizi e di organizzazione, sottolineando l’importante discussione in corso anche a livello nazionale e avviata proprio dalla Federazione Campana, sul ruolo di strutture intermedie come le Federazioni Regionali.
 
Un plauso comune da parte del Consiglio di Amministrazione di Federcampana e degli intervenuti, è andato alla struttura operativa della Federazione, diretta da Franco Vildacci, per il quale il presidente Petrone ha speso parole significative per la professionalità e l’impegno messo in campo.
 
Particolarmente commovente è stato il minuto di silenzio a ricordo di Franco Caleffi, direttore della Federazione Italiana delle BCC, prematuramente scomparso lasciando un gran vuoto nel mondo del credito cooperativo.
 
Una speciale targa ricordo è stata consegnata ai familiari del prof. Vincenzo Buonocore, ex rettore dell’Università di Salerno e grande studioso del fenomeno cooperativo e cooperatore anch’egli. Buonocore aveva presieduto tra l’altro, proprio due anni orsono, un convegno promosso da Federcampana sui temi delle Federazioni Locali.