16/03/2009 News da Federcampana
16 marzo 2009

Il ministro Rotondi loda le Banche di Credito Cooperativo.

Stamane, il ministro per l’Attuazione del Programma di Governo Gianfranco Rotondi ha incontrato presso la sede sociale delle Federazione Campana i Presidenti delle BCC (Banche di credito Cooperativo) Campane per discutere sullo “stato di salute” del sistema bancario in questo momento di crisi.

Il primo intervento è stato del Presidente della Federazione Campana delle BCC, il dott. Silvio Petrone, il quale ha sottolineato come “proprio nell’emergenza economico-finanziaria che sta attraversando il Paese, la proposta ed il modello della cooperazione di credito sia una delle risposte più adeguate a livello di base”.

Il Ministro ha evidenziato come i piccoli istituti di credito, quali le BCC, rappresentano un sistema sano e funzionale che sa difendersi bene dalla crisi in quanto lo spirito mutualistico, caratteristico delle BCC, sa accompagnare le istanze dei territori anche nei momenti difficili.

Le BCC, ha continuato sempre l’on. Rotondi, sono una specie di “banche barbiere” in quanto per il loro pregio di essere banche locali conoscono bene e più di ogni altro in profondità i soggetti che chiedono il credito. Nello stesso “piano casa del Governo” è possibile vedere un ruolo decisivo ed importanti delle piccole banche che vivono, operano e si impegnano esclusivamente per lo sviluppo del territorio da cui nascono.

Di grande interesse sono stati anche gli interventi degli stessi Presidenti delle BCC Campane che hanno voluto ribadire come la semplificazione delle procedure, la maggiore attenzione da parte del governo ai piccoli istituti bancari più strettamente legati al territorio di origine ed una più attenta riflessione sulla possibilità di predisporre dei “Tremonti bond” ad hoc possono rendere l’economia locale estremamente vitale.